apocalipse

Incipit del mio nuovo racconto!

 

Vi presento l’incipit di un mio nuovo racconto! Atmosfera postapocallitica, fatemi sapere cosa ne pensate!🙂

apocalipse

 

L’alba era appena arrivata, e una luce innaturale si stendeva azzurra sull’orizzonte. In lontananza si udivano versi di uccelli, striduli come acciaio sfrigolante. Erano suoni sconosciuti, canti informi di un mondo avvelenato e ormai ignoto.

Jack si guardò indietro. I suoi occhi ancora non erano del tutto abituati a luci così intense, dopo anni in cui l’unica illuminazione era stata quella di lampade al neon. Si scorgeva ancora la figura enorme del bunker in cui era vissuto nei diciott’anni precedenti, un’ammasso di metallo morto destinato a restare lì per molto tempo ancora.

Decidere di lasciare il bunker era stata una decisione sofferta. Era tutto ciò che conosceva, l’unico luogo che avesse chiamato casa, per quanto claustrofobico fosse viverci.

Alla fine però aveva dovuto andarsene. Non era rimasto più nessuno per cui restare, e ben presto aveva capito che affrontare il rischio dell’ignoto era l’unico modo per sopravvivere.

Per tutta la sua vita si era chiesto cosa ci fosse al di fuori, se fossero vere tutte le storie che aveva sentito da piccolo alla radio, prima che le ultime stazioni smettessero di trasmettere. Erano storie che parevano inverosimili se ascoltate nell’isolamento del bunker, dove tutto era controllato e così rigidamente separato dal marasma che c’era fuori.

Non aveva mai conosciuto i suoi genitori. Erano morti poco dopo averlo messo al mondo, in una delle tantissime epidemie che erano seguite al Grande Boom.

Le migliori citazioni cinematografiche!

Canzoni di Glee

Leggi il mio racconto Vendetta!

Servizi promozionali!

Storie di soglia su Amazon!

49 thoughts on “Incipit del mio nuovo racconto!

      1. hahahahahah anche io, e l’ho scelta per il mio secondo libro perchè sono curioso di vedere cosa posso inventarmi hahahah, è un’ambientazione che lascia molto spazio alla fantasia🙂

  1. Come, il Grande Boom? Cos’è successo? E di cosa sono morti? Lui quanti anni aveva?
    E ora cosa pensa di trovare, fuori dal bunker?
    …insomma, dettagli please.😉

      1. Molto, ma guarda che adesso mi si è aperta la valvola della curiosità, non è mica semplice richiuderla…

      2. Wow. Che mito. Io in 24 ore riuscirei si e no a decidere il nome di un protagonista. Per poi cambiarlo alla fine, ovviamente.

      3. hahahahahhaha grazieeeee!! io pure con i nomi ho sempre difficoltà, adoro e vorrei usare sempre quelli inglesi perchè secondo me suonano meglio, ma ho sentito che molti preferiscono quelli italiani quindi ho sempre questo dilemma da risolvere🙂

  2. Credo che una critica costruttiva sia la migliore cosa al mondo per uno scrittore, quindi ti porgo la mia.
    Ok, è un incipit, ma non credo che dovresti raccontare la storia della vita precedente del protagonista in questo modo. Il suo passato dovrebbe essere rivelato pian piano e con naturezza, attraverso le scene.
    L’ambientazione poi mi ha ricordato molto l’inizio di Fallout 3, dovresti aggiungere elementi che rendano questo mondo che crei veramente tuo e originale, soprattutto
    all’inizio, per stupire il lettore.
    Spero che apprezzerai la mia critica e continuerai a seguirmi.

    1. Ciao! grazie mille per la tua critica costruttiva, è molto importante cercare sempre di migliorarsi!!!🙂 allora, per quanto riguarda il rivelare la storia del personaggio, ne ho rivelata solo una piccolissima parte per ora, c’è tanto altro che pian piano ho pianificato di dire🙂 l’ambientazione ovviamente andrà arricchita molto perchè sia originale, e ho un 5-6 idee che proverò a combinare insieme per ottenere questo risultato!🙂

  3. Stiamo a vedere come lo svilupperai e, sopratutto se “lo stile”(al momento mi appare un tantinello didascalico, ma vedremo) riuscirà ad agganciare perchè, e ti prego di prenderla come una critica costruttiva, al momento sa forse un po’ troppo di “già letto”.

    1. Si certo che la prendo come una critica costruttiva, grazie!!🙂 Lo so andrà sviluppato nel verso giusto per far si che la storia sia originale🙂

  4. Premetto che non sono una scrittrice né mi voglio arrogare il diritto di essere chicchéssìa ma avendo chiesto cosa ne pensiamo del tuo incipit posso farti degli appunti se non ti dispiace, consigli che ti potranno essere utili per migliorare.
    Hai scritto:
    “come acciaio sfrigolante” va specificato da cosa poiché l’acciaio di per se non sfrigola🙂
    “un’ammasso di metallo morto” ammasso è maschile per cui non si apostrofa, anche “metallo morto” mi suona male, pure se capisco che vuoi rendere l’idea di un ambiente disastrato, distrutto; in definitiva è sufficiente “ammasso di metallo”, il termine ammasso, di per se dà già l’idea di qualcosa di “morto”, distrutto, rotto.
    “Decidere di lasciare il bunker era stata una decisione” decidere/decisione: prova a cercare dei sinonimi quando scrivi, può esserti di aiuto un dizionario dei sinonimi e dei contrari (anche on line, per es. http://www.sapere.it) anche il termine bunker è ripetuto troppe volte, integrare ed accrescere la propria terminologia è fondamentale per chi scrive, te ne sarà grato chi ti legge, inoltre non risulterai pesante🙂
    Puoi anche impostare meglio la punteggiatura secondo me e per il resto mi associo a leviatan0.

    Spero di non averti offeso con questo mio commento, io non ti conosco ma dai l’idea di una persona a cui piace scrivere e che lo fa con entusiasmo, credo quindi che possano esserti utili i miei suggerimenti, vedrai che contribuiranno a rendere più scorrevoli le tue storie🙂
    A presto.

    Lilla.

    1. Grazie Lilla, userò i tuoi consigli per migliorarmi🙂 tieni presente comunque che scrivo di gettito e pubblico sul blog, ovviamente quando il libro sarà concluso mi dedicherò per bene a correggere tutti gli errori e a migliorare la forma🙂

  5. Interessante! ..posso solo chiederti perché Jack? Mario, Leonardo, Matteo, Riccardo…insomma, non sarebbe plausibile uno scenario post apocalittico con protagonista italiano?🙂

    1. grazie sono contento che ti piaccia🙂 bè semplicemente perchè mi piacciono di più i nomi americani, non ci sono ideologie dietro questa scelta😀 semplicemente io preferisco( scelta personale) leggere nomi non italiani quando leggo un libro, e quindi agisco di conseguenza, ovviamente può piacere o meno questa cosa🙂

      1. hahahahhaha ne sono lietissimo😀 sto andando avanti con la scrittura in questi giorni, appena ci sarà un nuovo pezzo pronto lo pubblico😀

      2. hehehehhe bè se ti dovesse capitare di leggerlo, se ti va fammi sapere cosa ne pensi, sono sempre in cerca di opinioni sincere🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s